Attivati subito
Il blog che confronta le offerte di energia elettrica e gas

Bolletta nucleare di Enel

foto scaricata da flikr.it greenpeace bolletta nucleareDavanti agli uffici postali di alcune città italiane i volontari di Greenpeace hanno distribuito in questi ultimi giorni le bollette nucleari che Enel Servizio Elettrico o meglio Enel Servizio Nucleare ci presenterà nel 2020. Cliccando qui potrete scaricare la bolletta nucleare, che consiglio di leggere anche ai più scettici perché è paradossalmente divertente. Nella bolletta di Enel Servizio Nucleare troverete tutte le informazioni strutturate come siete già abituati, riporto un avviso importante alle utenze evidenziato in grossetto che recita: “A decorrere dal 1° gennaio 2020 sono entrate in vigore la nuove tariffe ENEL che tengono conto del ritorno del nucleare in Italia, in seguito all’avvio dei nuovi reattori nucleari di tipo EPR. Il nuovo regime tariffario resterà in essere per i prossimi 20 anni. Il nucleare è economico, come ENEL ha sempre sostenuto, ma solo se è lo Stato ad accollarsi i costi della gestione delle scorie per i prossimi 100mila anni. Se così non è, sono le utenze a doversi far carico di questi costi, in modo che le aziende elettriche possano difendere i propri profitti. Hai capito perfettamente, sia da contribuente che paga le tasse, o da utente che paga le bollette, il nucleare lo paghi tu. Il resto ce lo intaschiamo noi.”

Inoltre Greenpeace sottolinea che è una pura follia pensare che il nucleare farà diminuire le nostre bollette e aiuta a riflettere riportando il caso della Gran Bretagna dove i soli costi per la gestione delle scorie hanno prodotto un buco nei conti pubblici di 90 miliardi di euro. In Francia l’energia nucleare costa meno perché i costi delle centrali costruite ormai negli anni ‘60 e ‘70 sono stati ammortizzati.

Che ci crediate o no è giusto iniziare a riflettere sulle conseguenze dell’introduzione dell’energia nucleare in Italia.



    Google E-mail this story to a friend! Print this article! TwitThis Facebook

Lascia un commento