Attivati subito
Il blog che confronta le offerte di energia elettrica e gas

Come calcolare le voci dell’ultima bolletta ENEL

voci bolletta enelQuando ci arriva una bolletta Enel vorremmo non solo pagare, ma anche capire come sono state calcolate le voci in bolletta, per essere se non altro sicuri che l’importo indicato sia corretto. La bolletta, che sia di Enel o di un altro fornitore di energia elettrica, dev’essere strutturata secondo la delibera n.152/06 dell’Autorità sulla “trasparenza dei documenti di fatturazione dei consumi di elettricità”. Prendete l’ultima bolletta Enel (o altro fornitore) che dovrebbe riferirsi al periodo “ottobre-dicembre 2008″ e una calcolatrice, e capiamo insieme come calcolare le voci, i dati e i costi in bolletta.

Nella PRIMA PAGINA della vostra bolletta troverete:

-se vi interessano solo i dettagli sui costi passate direttamente alla SECONDA PAGINA cliccando qui-

DATI CLIENTE, cioè i dati identificativi del cliente:
• Numero cliente, indispensabile se volete ottenere delle informazioni presso il call center di Enel o altro fornitore, è il numero identificativo del cliente o del contratto o del punto di prelievo.
• Codice fiscale dell’intestatario della bolletta.

DATI relativi alla bolletta per la fornitura di energia elettrica:
• Numero fattura, importante per eventuali lamentele.
• Il periodo di riferimento della fatturazione: che nell’ultima bolletta dovrebbe essere “Periodo ottobre – dicembre 2008”.
• La data entro cui deve essere effettuato il pagamento.

DATI FORNITURA:
• Il codice POD, che identifica il punto di consegna.
• Indirizzo del punto di consegna.
• Numero di presa.

DATI relativi alla TIPOLOGIA del CONTRATTO, essenziali per poi procedere al calcolo dei costi dei propri consumi:
• uso domestico residente/non residente.
• Nome dell’offerta sottoscritta nel caso siate passati al mercato libero, altrimenti troverete il nome della tariffa regolata “tariffa D2” se siete “residente” e avete una potenza ≤3kW e “tariffa D3” se siete “non residente” oppure avete una potenza contrattuale superiore a 3kW.
• La tensione di alimentazione: bassa tensione nel caso della clientela domestica.
• La potenza contrattualmente impegnata: 3kW ciò significa che pagate i corrispettivi previsti dalla tariffa D2 (o anche tariffa D3 se “non residente”); se avete una potenza superiore a 3kW pagherete i corrispettivi previsti dalla tariffa regolata D3.
• La potenza disponibile: cioè la potenza effettivamente disponibile.

RIEPILOGO LETTURE:
• le letture o autoletture in base a cui sono stati rilevati i consumi fatturati e la relativa data o l’indicazione che i consumi sono attribuiti sulla base di stime. “Qualora la bolletta sia emessa sulla base di una lettura o autolettura, ma faccia seguito a bollette emesse in base a consumi stimati vengono evidenziati in detrazione i consumi già contabilizzati nelle precedenti bollette e gli eventuali acconti per consumi e per imposte già fatturati in precedenti bollette.” Come si legge nella delibera sopra citata.
• Consumo del periodo: numero dei kWh consumati nel periodo “ottobre-dicembre 2008”. Per esempio 500kWh per un consumo annuo stimato di 2700kWh.

DATI CONSUMI, cioè la sintesi degli importi dovuti per la fornitura di energia elettrica:
• il totale dei costi della fornitura di energia elettrica, al netto delle imposte;
• il totale imposte;
• il totale fornitura di energia elettrica e imposte;
• la base imponibile e l’Iva;
• il totale bolletta;
• gli oneri diversi nel riquadro in basso indicano la quota energia, gli oneri di sistema, la quota fissa e potenza, dovuti per la fornitura di energia elettrica sia nel mercato regolato sia nel mercato libero;
• un rimando al quadro di dettaglio.

Andiamo alla SECONDA PAGINA della bolletta di Enel, muniti di una calcolatrice.

Breve premessa: se l’ultima bolletta si riferisce al periodo “ottobre-dicembre 2008”, i corrispettivi di energia elettrica da prendere in considerazione saranno quelli del 4° trimestre 2008. Ricordo che i corrispettivi vengono aggiornati trimestralmente dall’Autorità. Anche chi è passato al mercato libero, continuerà a pagare i costi fissi, oneri e altri corrispettivi proprio come nel mercato regolato. In genere solo la componente PE (o PED per esempio nel caso di Edison), che rappresenta circa il 60% dei costi totali, è soggetta a sconti o promozioni nel mercato libero.

Di seguito si prenderanno in considerazione i costi del periodo “ottobre-dicembre 2008” corrispondenti al 4° trimestre 2008. I costi si differenziano in base alla tipologia di contratto, perciò tenete a mente la vostra potenza in kW e il fattore “residente”/”non residente”.

QUOTA FISSA: è un corrispettivo fisso annuo che ogni cliente deve pagare, misurato in €/anno. Per il cliente “residente” con potenza contrattuale ≤3kW (tariffa D2) sarà di 4,1273€/anno, mentre per il cliente con potenza superiore a 3kW e per il cliente “non residente” indipendentemente dalla potenza installata (tariffa D3) sarà di 36,1107€/anno. Sotto la voce “Corrispettivi unitari euro” viene calcolato il valore della quota fissa al mese. Perciò i primi si ritroveranno 0,3439€/mese mentre i secondi 3,009 €/mese. Ma Enel calcola il costo della quota fissa per giorno: perciò divideremo il costo annuo della quota fissa per 365gg e infine moltiplicheremo i giorni indicati sotto la voce “Quantità” per la quota fissa al dì. Tornano i conti sotto la voce “Totale euro”?

QUOTA POTENZA: è un corrispettivo fisso annuo corrispondente alla propria potenza contrattuale, misurato in €/kW/anno. Ancora una volta il cliente “residente” con potenza contrattuale ≤3kW (tariffa D2) pagherà un po’ di meno 4,4981€/kW/anno mentre il cliente con potenza superiore a 3kW e il cliente “non residente” (tariffa D3) pagheranno 13,8156/kW/anno. Ancora una volta dovremo calcolare il costo della quota potenza al mese e infine al giorno. Infine moltiplicheremo il costo della potenza al dì per la propria potenza contrattuale (3kW oppure 4,5kW). Tornano i conti?

QUOTA ENERGIA: rappresenta la somma dei costi dei corrispettivi di energia elettrica in kWh, fissati trimestralmente dall’Autorità.

1. Se siete rimasti nel mercato regolato troverete un’unica voce: se siete cliente con “tariffa D2″ sotto la voce “Corrispettivi unitari euro” troverete i costi così come indicati nella terza colonna della tabella seguente. I costi dei corrispettivi (inclusivi di PE e UC1) sono strutturati in 6 scaglioni di consumo “a riempimento”. Invece il valore indicato sarà 0,18489 €/kWh se siete cliente con tariffa D3, senza scaglioni di consumo. Dovrete moltiplicare i consumi in kWh indicati sotto la voce “Quantità” per il costo indicato sotto la voce “Corrispettivi unitari euro”.

2. Se siete passati al mercato libero e avete scelto un’offerta con il prezzo fisso troverete il nome dell’offerta e il costo della PE in €/kWh, ovvero dell’offerta così come presentata da Enel. Il calcolo sarà semplice: dovrete moltiplicare i consumi in kWh indicati sotto la voce “Quantità” per il costo indicato sotto la voce “Corrispettivi unitari euro”.

3. Perdite energia: solo se siete passati al mercato libero e avete scelto un’offerta con il prezzo fisso troverete questa voce. La perdita di rete si calcola aggiungendo il 10,8% al costo in kWh della vostra PE, ovvero del prezzo offerto. Le perdite di rete nelle tariffe regolate sono già incluse nel prezzo.

4. Corrispettivi di sistema: se siete clienti nel mercato libero è la somma di tutti gli altri corrispettivi, perciò escluse le componenti PE e UC1: PD + quota energia + A + UC + MCT (vedi questo articolo per capire il significato di tali componenti). Per i contratti residenti e con potenza ≤3kW questi corrispettivi sono strutturati in 6 scaglioni di consumo “a riempimento” come indicato nella seconda colonna della tabella seguente (costi 4° trimestre ’08):

Scaglioni di consumo in kWh Costo corrispettivi (PE e UC1 esclusi) per offerta con prezzo fisso Costo corrispettivi (PE e UC1 inclusi) per tariffa D2 oppure per offerta con lo sconto
0-900 kWh 0,01686 €/kWh 0,12003 €/kWh
900-1800 kWh 0,02999 €/kWh 0,13316 €/kWh
1800-2640kWh 0,08638 €/kWh 0,18955 €/kWh
2640-3540 kWh 0,16981 €/kWh 0,27298 €/kWh
3540-4400 kWh 0,16577 €/kWh 0,26894 €/kWh
> 4440 kWh 0,08172 €/kWh 0,18489 €/kWh

Mentre per tutti gli altri clienti il costo indicato sotto “corrispettivi unitari euro” dev’essere sempre costante e uguale a 0,081719kWh/€, senza scaglioni di consumo.

ATTENZIONE: nella prossima bolletta, corrispondente perciò al periodo “gennaio-febbraio 2009”, anche i clienti con potenza superiore a 3kW e “non residente” (tariffa D3) troveranno la voce “Quota energia” suddivisa in 6 scaglioni di consumo. Purtroppo questa novità rincarerà di parecchio la vostra bolletta di energia elettrica.

IMPOSTE:
1. Imposta erariale= 0,0047/€/kWh
2. Addizionale locale=0,0159/€/kWh per i residenti e 0,0204€/kWh per i non residenti
Per i clienti con una potenza ≤3kW il calcolo delle imposte è un po’ complesso: fino a un consumo annuo di 1800kWh si è esenti dal pagarle, per un consumo tra i 1800kWh e i 4440kWh esistono formule incomprensibili, mentre per i consumi superiori ai 4440kWh bisognerà fare una semplice moltiplicazione: consumi totali kWh*imposta erariale+addizionale locale.

Per i clienti con una potenza contrattuale superiore a 3kW e “non residente” sarà sufficiente moltiplicare il consumo annuo kWh* imposta erariale+addizionale locale.

IVA: E infine alla somma di tutti questi costi verrà aggiunta l’Iva del 10%.

Tornano i conti? Se avete trovato delle scorrettezze nel calcolo chiamate immediatamente Enel e chiedete spiegazioni. Anch’io, in una bolletta ENEL non residente con prezzo fisso, ho trovato un errore sul calcolo dei “corrispettivi di sistema”.



    Google E-mail this story to a friend! Print this article! TwitThis Facebook

60 commenti su “Come calcolare le voci dell’ultima bolletta ENEL”

  1. sono d’accordo con te.E’ vero si he l,energia è un bene primario che per tutelarci ci mettono in condizione di dover scegliere noi la tariffa più conveniente questo è un grave errore! perchè ci lascia in balia di una massa di squali che aprofittano della nostra ignoranza in materia facendoci cadere in trabochetti da cui è difficile districarci.Perchè l’Autority non interviene e ipone delle regole più precise,mi dirai che c’è la salvaguardia ma che salvagurdia è se le pseudo Enel mercato libero sono colluse alla stregua delle altre

  2. Grazie per le dritte sono state davvero molto utili..

  3. @ Antonio, ti riferisci all’art. 23 bis del decreto legge 112/2008 convertito dalla legge 133/08?

    @ Carlo, ci stanno provando Sorgenia e MPE, ma dietro a queste offerte si nascondono comunque i calcoli macchinosi di oneri di sistma, trasmissioni e trasporto ect.

  4. Ciao Antonio, puoi scrivermi una mail nella rubrica “Contatto”.

  5. ciao a tutti. da gennaio 2009 sono con edisoncasa con potenza 4,5 kw d3 e bioraria. mi è arrivata la prima bolletta per consumi gennaio-febbraio che vi riepilogo in modo da renderci conto sia io che voi e capire se è conveniente per me e cosa ne pensate. consumi e importi fattura:
    fascia F1 kwh 186 calcolati ad €/kwh 0,1257600
    fascia F2 e F3 kwh 586 calcolati ad €/kwh 0,0828400
    e poi gli scaglioni così distinti:
    scaglione 1 kwh 145 calcolati ad €/kwh 0,0516100
    scaglione 2 kwh 146 calcolati ad €/kwh 0,0516100
    scaglione 3 kwh 136 calcolati ad €/kwh 0,0706900
    scaglione 4 kwh 145 calcolati ad €/kwh 0,1194700
    scaglione 5 kwh 146 calcolati ad €/kwh 0,1194700
    scaglione 6 kwh 54 calcolati ad €/kwh 0,1809600
    poi altre spese quali quota fissa, quota potenza, accise e varie. totale bolletta euro 179,50.
    che ne pensate?

  6. @ Giacomo: con un consumo annuo di circa 4700 kWh e una potenza di 4,5kW, con il 24% dei consumi totali diurni, sulla base delle tariffe regolate del trimestre corrente, spenderesti:
    monoraria tariffa regolata: 1179 €/anno
    monoraria offerta Edison: 1082 €/anno
    bioraria tariffa regolata: 1161 €/anno
    bioraria offerta Edison: 1068 €/anno

  7. ciao io da dicembre 2008 sono cliente edison casa non riesco a capire perche i corrispettivi di sistema lipago con edison e non con enel distribuzione di cui ero prima cliente consumo circa 1700 kw annui

  8. @ Giuseppe: per quale fornitore di energia elettrica o gas lavori?

  9. CIAO FRANCESCA LAVORO PER E.ON!
    FORNIAMO SIA ENERGIA ELETTRICA SIA GAS!

  10. CIAO MADDALENA, IO LAVORO PER E.ON!E.ON TI DA’ L ENERGIA ELETTRICA A 0,0799 KWORA! QUASI 8 CENT!
    LE PERDITE SONO STABILITE DALLE AUTORITA’ E SONO ILM 10,8%
    DEI KILOWATT CONSUMATI!
    I CORRISPETTIVI VENGONO STABILITI DALL’AUTORITA’!
    PER MAGGIOR INFORMAZIONI CONTATTAMI GAMBERA77@LIBERO.IT
    E TI AIUTERO’ IO!SALUTI GIUSEPPE

  11. io nn capisco come si calcola la bolletta …ho letto il contatore ma nn capisco nulla A1:001769 A2:009063 A3:029439 POI MI DICE QUELLA PRECEDENTE A1:001640 A2:008913 A3:029264 MI DICE CHE HO CONSUMATO K 830 OGNI BOLLETTA CHE ARRIVA IO NN PAGO MENO DI 400€

  12. Ho un contratto residente con potenza di 6 kw e da gennaio 2009 trovo applicati i 6 scaglioni che prima non c’erano.
    C’è un errore da parte del gestore oppure non ho compreso bene l’articolo?

  13. Chiederei cortesemente di essere informato su quanto segue: per il periodo Agosto-Ottobre 2009, nel riepilogo delle letture effettive, facendo la differenza tra l’ultima lettura del 31/10/2009 e la prima del 31/07/2009 risulta un consumo di 291 KWH; mentre sotto la voce: CONSUMO DEL PERIODO, mi vengono addebitati 732 KWH come energia attiva. Qual’è la differenza tra consumo effettivo e energia attiva?

    Come residente ho una potenza cotrattuale di 3 KW e una potenza disponibile di 3,3 KW. Quqle tariffa deve essermi applicata?
    Ringraziando saluto cordiamente
    Emanuele

  14. Ciao Francesca, mi hai chiesto qual è il mio fornitore, si tratta di A2A.

    Grazie,
    Marina

  15. QUALCUNO SA CONSIGLIARMI?DYNAMEETING MI HA FORNITO ENERGIA ELETTRICA FINO A MARZO 2007 POI HO CAMBIATO OPERATORE,IN GIUGNO 2009 MI INVIA UNA FATTURA DI 132,00 RIFERITA AL 2006,”PROBABILE CONGUAGLIO”NON L’HO PAGATA ED ADESSO MI INTIMANO IL PAGAMENTO TRAMITE UFFICIO LEGALE.POSSONO DOPO 2 ANNI?RINGRAZIO CHI MI AIUTA.Paola

  16. Matteo, grazie della risposta

  17. Buongiorno,
    avrei una domanda riguardo alle perdite di rete nel Mercato Libero.

    La percentuale (a seconda che si Alta 2,7%, Media 5,1% o Bassa Tensione 10,8%) che si appica ai prezzi (o ai volumi) di Perdite di Rete deve essere al netto o al lordo dello sconto proposto nel contratto del Fornitore?

    In altre parole, le perdite di rete sono scontate così come il PE proposto? O il tutto, essendo mercato libero, è a discrezione del Fornitre?

    Grazie

    Enrico

  18. Grazie Filiberto,

    ma la mia domanda è un altra.
    So che le percentuali sono fissate dall’AEEG, quello che mi chiedo io è che se a contratto (e parlo di mercato libero) si firma con il fornitore un Prezzo per fascia + uno sconto, volevo sapere se anche lo sconto viene applicato alle perdite di rete oppure no.
    Credo che sia una cosa che si lascia al contratto però……credo.

    E

  19. Mercato Libero = Negoziazione con il Fornitore……

  20. Non vi sembra che con le fascie orarie ci stanno fregando un pò di più del solito?

  21. francesca o chi lo sa… potete spiegarmi come si calcola, in modo semplice, il pro quota giorno??? grazie mille

  22. Salve da Roberto cliente Enel Energia tariffa Bioraria
    D’accordo che esistono i corrispettivi di sistema divisi per 6 scaglioni di consumo annuo, c’è qualcuno che mi può dire se alla fine dell’anno esiste un conquaglio se non sono
    stati raggiunti tutti gli scaglioni di consumo?
    esempio:

    se nel 2009 ho consumato kwh 4155 totali, ho diritto al rimborso del corrispettivo di sistena “oltre i 4440 kwh anno” applicato nelle ultime bollette?

  23. cosa vuol dire – potenza 3.0 kw Non residente-
    io abito qui dal 1964.

  24. X PAOLO
    Se sei residente li dal 1964 stai pagando un costo fisso maggiore da 46 anni. Infatti per i residenti il diritto fisso a parità di potenza è minore.

  25. Salve.
    Volevo sapere che cosa vuol dire la voce “Uso diverso dall’abitazione con tariffa DT A2 trioraria”. Quante e quali tipologie di contratto con Enel sono disponibili? Grazie.

  26. Solo per dire che per la bioraria, la fascia alta F1 ha un costo di soli 0,008 in più- a Fronte di 652kWh sono poco più di 3 misere monete da 1€. E poi, è tutto vanificato, perchè certi scaglioni aumentano fino a 10 volte.

  27. CONSIDERI CHE L’AVERE UNA TIPOLOGIA CONTRATTUALE D3(QUINDI NON RESIDENTE O RESIDENTE CON >3 ) IMPLICA AVERE PIU’ COSTI, IN TERMINI DI QUOTA FISSA , POTENZA, MAGGIORE PREZZO KWH, IMPOSTE.

  28. 0-900 kWh 0,01686 €/kWh 0,12003 €/kWh
    900-1800 kWh 0,02999 €/kWh 0,13316 €/kWh
    1800-2640kWh 0,08638 €/kWh 0,18955 €/kWh
    2640-3540 kWh 0,16981 €/kWh 0,27298 €/kWh
    3540-4400 kWh 0,16577 €/kWh 0,26894 €/kWh
    > 4440 kWh 0,08172 €/kWh 0,18489 €/kWh

    salve a tutti scusate l’ignornza ma sti valori che diamine sono??
    se io a kw pago 0.09 cent e ho un consumo annuo di 4000 kw dovro mica aggiungere 0,16 cent ai 0.09?
    sta cosa nn mi e per nula chiara

  29. vorrei le informazioni aggiornate ad oggi grazie

  30. Ho un contratto di fornitura luce con Sorgenia e stò pagando uno schioppo ogni mese pertanto non sono contento. Nel passato ho provato EnelEnergia e mi sono trovato malisssimo cioè con un consumo in kwh pati a 80€ la bolletta è lievitata in modo non chiara a 200€ dicendomi che sono i corrispettivi ( tasse statali )che fanno lievitare l’importo, in questo momento ho visto che EnelEnergia pubblicizza la tariffa tutto compreso a 52,5€ mensili ( con max 300 kwh) più tasse. Chi di voi puà darmi qualche notizia in più. Avete un dato certo da passarmi?

    Grazie a tutti

    Saverio

  31. ciao! io vorrei solo sapere cosa si intende per primo scaglione secondo scaglione terzo scaglione… si divide il mese in 3 parti? 10 giorni?

  32. Nella bolletta abbiamo, tra le altre, due voci riepilogative: Servizi di vendita e servizi di rete.
    Si chiede in quale delle due voci della bolletta viene caricato il costo attinente le energie rinnovabili (A3) e precisamente in quale sottovoce.
    Grazie.

  33. @ ennio, Leggi il punto 4. “Corrispettivi di sistema: se siete clienti nel mercato libero è la somma di tutti gli altri corrispettivi, perciò escluse le componenti PE e UC1: PD + quota energia + A + UC + MCT” Quella “A” si riferisce anche alla A3. Ti consiglio la lettura di questo articolo http://www.qualetariffa.it/bolletta-della-luce/
    Tale costo rientra negli oneri di sistema.
    @ simone, la tariffa di energia elettrica D2 (cioè quella tariffa con una potenza fino a 3Kw) è strutturata in diversi scaglioni di consumo: il 1° scaglione comprende i consumi annuali da 0-1800; il 2 ° scaglione da 1801-2640; il 3 °scaglione da 2341-3540 e così via.
    L’autorità energia scrive: “Alcuni prezzi unitari hanno un valore differenziato per scaglioni di consumo annuo. Ogni scaglione è compreso tra un livello minimo ed uno massimo (es: 0-1800 kWh; 1801-2640 kWh ecc).
    In ogni bolletta i kWh fatturati vengono ripartiti negli scaglioni applicabili al cliente sulla base del suo consumo medio giornaliero.
    Se ad esempio il consumo medio giornaliero del cliente è di 8 kWh, il consumo medio annuo è di 8x 365= 2920 kWh, quindi verranno applicati al cliente i primi 3 scaglioni. In particolare nella bolletta i suoi 8 kWh di consumo medio giornalieri saranno così ripartiti:

    * 4.93 kWh nel 1° scaglione (1800/365);
    * 2.30 kWh nel 2° scaglione (840/365;
    * 0.77 kWh nel 3° scaglione (280/365) .

    Dove 1800 e 840 rappresentano l’ampiezza dei primi due scaglioni e 280 è la parte di consumo annuo che rientra nel 3° scaglione.”

  34. L’Enel mi ha proposto di passare al mercato libero e l’operatore mi ha ingannata circa il costo di F1 facendomi credere che col mercato libero avrei pagato una tariffa più bassa, mentre poi ho scoperto che è molto più alta. Sono stata una stupida a non informarmi prima, ma mi fidavo di un Ente di cui siamo clienti da generazioni. Adesso per tornare indietro mi chiedono soldi, non troppi, ma non mi sembra giusto, dato che tutto si è basato sull’inganno. Questione di principio. Che cosa mi consigliate? Le registrazioni che fanno durante la telefonata sono solo a loro beneficio, o il cliente può avvalersene?

  35. Franca,
    se non ho capito male, prima eri con Enel Servizio Elettrico e chi ti ha proposto di passare al mercato libero è stata sicuramente ENEL ENERGIA, che sono 2 società completamente diverse.
    Puoi cambiare distributore di energia elettrica quando vuoi, puoi tornare ad Enel Servizio elettrico pagando un bollo sul contratto oppure scegliere un altro operatore del mercato libero SENZA PAGARE NULLA.
    Chiedi di mandarti una comunicazione con la richiesta di pagamento; stai certa che non arriverà.
    Se per caso dovesse arrivare, denunciali subito recandoti presso la camera di commercio della tua zona, deove troverai ” lo sportello del consumatore ” che ti darà tutte le informazioni necessarie.
    Intanto comincia a consultare il seguente sito:

    http://www.confconsumatori.com/

    capirai quali sono tutti i tuoi diritti.

    ciao

  36. Gino, grazie per avermi risposto. Veramente non immaginavo che qualcuno lo avrebbe fatto, almeno non così presto. Cordiali saluti.

  37. ciao.. nell’edificio ci sono 4 mini contatori per 4 miniappartamenti ..mi interessa il calcolo costo unitario (per kilowatt) dell’elettricità.. l’importo dello scatto unitario da 0.255545 viene arrotondato a 0.30 per varie motivazioni : poichè l’energia elettrica per luce scala, vano ingresso ,corridoio, terrazzo, autoclave, non viene conteggiata dai singoli mini contatori degli appartamenti. dunque io ho 486 scatti meno dieci scatti precedenti in cui non ero affittuaria dell’appartamento quanto devo pagare al mio proprietario di casa considerando il periodo compreso dall’01/10/2011 al 10/01/2012.. attendo delucidazioni considerando che un altro affittuario con 530 scatti paga 3 mesi 95 euro … grazie

  38. Daniela,
    per la luce scale, ecc. esiste un contatore a parte vero? io ritengo che la via migliore sia quella di dividere la spesa totale per il numero delle persone residenti nell’edificio. Ma i contatori di ogni aqppartamento a chi sono intestati? E’ assurdo, secondo quello che so, che ci sia un arrotondamento; ed inoltre € 0.25 è un prezzo astronomico per cui c’è qualcuno che ci gioca dentro.
    Spiegati meglio, hai fatto una tale confusione.

  39. a parità di consumi, orientativamente, qual’è la differenza di costo fra contratto residente e non residente

  40. Michele, hai tutti i costi maggiorati.
    Di quanto? dipende dal fornitore.
    Controlla qui

    http://www.autorita.energia.it/it/dati/condec.htm

    Ciao

  41. grazie, ora ho le idee piu’ chiare

  42. @ michele,è proprio come dice Gino, a parte per la quota energia perciò la componente PED, per un non residente tutte le altre componenti in bolletta hanno costi molto più alti. Per un consumo di 2700 kWh e una potenza di 3 kW un cliente residente paga 486 € all’anno mentre un non residente paga 665 € all’anno. Un altro lettore scrive che su facebook gira la notizia “che nella maggior parte delle bollette viene applicata la tariffa per i non residenti, e di conseguenza una spesa maggiore.” è anche il tuo caso? leggi qui http://www.qualetariffa.it/residente-o-non-residente-tasse-energia-elettrica/comment-page-1/#comment-13760

  43. HO UN PROBLEMA CON LA LETTURA DEL CONTATORE ELETTRONICO, QUALCUNO PUO’ AIUTARMI? QUANDO LEGGO I NUMERI, ES: 001420 COME LI DEVO CONSIDERARE? CONSIDERO GLI ZERI OPPURE NO? HO COME GESTORE E.ON CHE E’ UN DISASTRO.
    GRAZIE PER L’AIUTO.
    LAURA

  44. vorrei sapere solo una cosa l’enel come calcola f1 f2 f3?moltipica,addizziona,sottrae opure divide?mi potete aiutare?
    GRAZIE

  45. Raffaele,
    fa tutto il contatore elettronico, programmato per gli orari delle varie fasce.
    ad esempio, domenica mattina scrivi i numeri del contatore relativi alla fascia 1 oppure A1, quelli della fascia 2 (A2) e quelli della fascia 3 (A3). Domenica sera, solo la fascia 3 dovrebbe aver segnato un consumo.
    Se così non fosse, chiama il call center di Enel Servizio elettrico e segnala il problema.

  46. sono in affitto in una casa di 60mq con il riscaldamento radiante ,il bollitore, pompa di calore condizionatore,e piastre induzione in cucina .il tutto collegato ad un contatore da 6KVh.vorrei sapere qualè la spesa annua.
    grazie

  47. Salve io ho le tariffe più vantaggiose d’Italia su tre fasce orarie F1 0,098 cent€ KW/h F2 0,070 cent€KW/h F3 tenetevi forte 0,040 cent€ KW/h e pago pochissimo tipo 78 mese

  48. salve,gentilmente vorrei sapere quanto mi costa mantenere un allaccio da 3 kw in un appartamento a taranto con tariffa non residente,insomma senza consumare quanto mi costa all’anno tra canoni e e quote comprensivo di iva. GRazie

  49. Salve. Dall’1 di gennaio sono passato ad edison per il gas e l’elettricità. Mi è arrivata l’ultima bolletta enel relativa al solo mese di dicembre 2012. A fronte di un consumo annuale di 1860 KW per l’anno 2012, nella bolletta di dicembre mi sono stati accusati consumi per scaglioni che vanno da 0-900, da 900-1800, da 1800-2640 e da 2640 a 3540. E’ normale che nel mese di dicembre abbia consumato di più, e la media giornaliera sia più alta rispetto al mese di agosto, per esempio. Ma se io nell’anno ho consumato 1860 KW, perchè nella bolletta di dicembre addebitarmi anche gli altri scagliomi? Se è così, allora sarebbe meglio una bolletta annuale!!

  50. Gennaro, clicca qui e capirai gli imbrogli di EDISON.

    http://macchinadeisoldi.blogspot.it/2011/01/energia-elettrica-le-insidie-del-pro.html

  51. Salve a tutti, volevo sapere se installando il fotovoltaico qualcosa nelle tariffe fisse cambia… o resta tutto tutto ugale a prima?

  52. Salve,
    spero in un aiuto.
    Ho creato un filee xcel per paragonare i miei consumi rilevati dal contatore se equivalgono alcosto trovato in bolletta ma non ne vengo a capo per i prezzi degli scatti ed i costi fissi.
    Il file da me creato ha i seguenti campi:

    DATA ULTIMA LETTURA
    SCATTI ULTIMA LETTURA
    DATA LETTURA ATTUALE
    SCATTI LETTURA ATTUALE

    Questo per 3 volte: F1 F2 ed F3.
    Inoltre ho un campo chiamato Spese fisse ed infine un per l’IVA.
    Immetto nel file i dati settimanalmente ma puntualmente all’arrivo della bolletta mi trovo una discrepanza tra il mio file e la bolletta.
    Mi date una mano a capire quale costo mettere per gli scatti unitari di F1 F2 ed F£ e le spese fisse senza IVA in quando calcolato alla fine?
    O se per caso esiste un programma che lo faccia per me dopo aver inseritoi dati?
    Grazie anticipatamente.
    Enzo

  53. FORNITORE E-ON

    feb-13 mar-13

    SERVIZI DI VENDITA
    DISPACCIAMENTO -0,38 -0,38
    ONERI AGGREGAZIONE 0,01 0,01
    COMMERCIAIZZAZIONE 5,8 5,8
    TOTALE QUOTA FISSA 5,43 5,43
    187 168
    PREZZO ENERGIA F1 0,0826 0,0826
    15,45 13,88
    88 97
    PREZZO ENERGIA F2 0,08541 0,08541
    7,52 8,28
    55 66
    PREZZO ENERGIA F3 0,0645 0,0645
    3,55 4,26
    19 17
    PERDITA DI SISTEMA F1 0,0826 0,0826
    1,57 1,4
    9 10
    PERDITA DI SISTEMA F2 0,08541 0,08541
    0,77 0,85
    6 7
    PERDITA DI SISTEMA F3 0,0645 0,0645
    0,39 0,45
    364 365
    DISPACCIAMENTO 0,008344 0,008455
    3,04 3,09
    TOTALE 32,29 32,21

    SERVIZI DI RETE
    QUOTA FISSA
    quota fissa mese 2,24 2,24
    oneri di sistema 10,54 10,54
    TOTALE 12,78 12,78
    2,788888 2,788888
    4,5 4,5
    QUOTA POTENZA 12,55 12,55
    QUOTA VARIABILE
    330 331
    ENERGIA ATTIVA 0,006757 0,006737
    2,23 2,23
    330 331
    oneri di sistema 0,058757 0,058761
    19,39 19,45
    TOTALE 21,62 21,68
    IMPOSTE 330 331
    0,0125 0,0125
    TOTALE 4,13 4,14

    IMPONIBILE 88,8 88,79
    IVA 21% 21%
    TOTALE 18,65 18,65

    TOTALE FATTURA 107,45 107,44

  54. salve,
    vorrei sapere se qualcuno può dirmi a cosa si riferisce la voce in bolletta
    “altri corrispettivi”?
    grazie

  55. Salve,
    Scusate se mi ripeto, ma non mi e’ chiaro.
    Spero in un aiuto.
    Ho creato un filee xcel per paragonare i miei consumi rilevati dal contatore se equivalgono alcosto trovato in bolletta ma non ne vengo a capo per i prezzi degli scatti ed i costi fissi.
    Il file da me creato ha i seguenti campi:

    DATA ULTIMA LETTURA
    SCATTI ULTIMA LETTURA
    DATA LETTURA ATTUALE
    SCATTI LETTURA ATTUALE

    Questo per 3 volte: F1 F2 ed F3.
    Inoltre ho un campo chiamato Spese fisse ed infine uno per l’IVA.
    Immetto nel file i dati settimanalmente ma puntualmente all’arrivo della bolletta mi trovo una discrepanza tra il mio file e la bolletta.
    Mi date una mano a capire quale costo mettere per gli scatti unitari di F1 F2 ed F£ e le spese fisse senza IVA in quando calcolato alla fine?
    O se per caso esiste un programma che lo faccia per me dopo aver inserito i dati?
    Il Fornitore e’ ENEL DISTRIBUZIONE
    Grazie anticipatamente.
    Enzo

  56. Enzo, secondo il mio parere ti stai inoltrando nella giungla fittissima. Anch’io ho provato tempo fa ad anticipare il costo della bolletta, ma ho desistito dopo due bollette. troppe sono le varianti che incidono sul prezzo e non sempre possiamo saperle in anticipo.
    Conclusione; fidati di ENEL DISTRIBUZIONE, non cambiare con il mercato libero

  57. @ concetto, quale fornitore di energia hai?
    @ Enzo, consulta il sito della AEEG autorità energia se vuoi entrare così nei dettagli, oppure leggi anche il blog. In alcuni articoli viene esposto il calcolo della bolletta. Hai una potenza superiore ai 3 kW? Devi tenere conto dei costi base, di potenza, e poi degli scaglioni di consumo. Il prezzo cambia a seconda dello scaglione. E poi le imposte e alla fine IVA.

  58. Ciao @enzo, tra pochi giorni sarà OnLine il nuovo portale MyBolletta che gratuitamente ed in pochissimi secondi ti permetterà di controllare l’importo della tua bolletta. Il software è strutturato in modo tale che sarà possibile monitorare quotidianamente la propria spesa. Nel frattempo contattaci sulla nostra pagina Facebook http://www.facebook.com/MyBolletta o via mail ad info@mybolletta.it e proveremo ad aiutarti a sistemare i valori del tuo file excel ;-)

  59. Facendo delle analisi sui consumi energetici ho rilevato dei costi durante le annate 2006 e 2007 evidenziati dalla presente tabella. C’è stato un motivo particolare. Grazie

    RIEPILOGO ANNUALE SPESE ENERGIA ELETTRICA PRIMA CASA
    CARDULLO SIMONE (CLD SMN 01F 158T) / POTENZA 4.5 Kw CONTATORE
    LEGENDA EURO ANNO
    ANNO KW 2000 2001 2002 2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009
    2000 2170 495
    2001 2122 471
    2002 2237 475
    2003 1608 303 CONTATORE NUOVO ELETTRONICO
    2004 1346 309
    2005 1992 399
    2006 733 333
    2007 922 417
    2008 1500 444
    2009 1701 471
    euro per kilowatt 0,23 0,22 0,21 0,19 0,23 0,20 0,45 0,45 0,30 0,28
    NUOVO CONTRATTO ( 1° bolletta – luglio 2011) CASA – VIA OPERAI 98 UTENTE 954 520 235
    ANNO KW 2010 2011 2011n.c. 2012 2013 2014 2015 2016 2017 2018
    2010 1519 470
    2011 567 132
    2011 n.c. 752 224
    2012 2010 562
    2013 1470 484 Aggiornamento all’ultima bolletta
    2014 0
    2015 0
    2016 0
    2017 0
    2018 0
    euro per kilowatt 0,31 0,27 0,28 0,33 #DIV/0! #DIV/0! #DIV/0! #DIV/0! #DIV/0!

  60. COME PRIMA BOLLETTA ENI LUCE PER 730 KWH VUOLE 309 EURO MI HA FATTO GIA’ LA DIFFIDA PER RITARDO PAGAMENTO COSA POSSO FARE?

Lascia un commento