Attivati subito
Il blog che confronta le offerte di energia elettrica e gas

Dal 1° luglio 2009 l’energia elettrica costerà un po’ di meno

Anche per questo trimestre arriva puntuale l’aggiornamento delle componenti dell’energia elettrica regolate e fissate dall’Autorità per l’energia e il gas. Nel comunicato stampa del 30 giugno 2009, l’Autorità annuncia una nuova diminuzione per le bollette di elettricità e gas: per una famiglia tipo con consumi medi di 2.700 kWh all’ anno e una potenza impegnata di 3 kW, il prezzo di un kWh (imposte incluse) costerà un po’ di meno passando da 16,8 cent€/kWh del trimestre scorso a 16,62 cent€/kWh.

Considerando le diverse voci che compongono la bolletta elettrica, le diminuzioni del 3° trimestre riguardano le seguenti componenti:
• la componente PE costerà qualche centesimo di meno passando da 8,562cent€/kWh del 2° trimestre a 8,292 cent€/kWh;
• anche la componente PD è diminuita di alcuni centesimi passando da 0,00783 cent€/kWh del 2° trimestre a 0,00757 cent€/kWh;

Quando i fornitori del mercato libero propongono uno sconto oppure un prezzo bloccato della componente energia, si riferiscono proprio alla componente prezzo energia PE sopra nominata. Per esempio Edison offre uno sconto del 20% proprio sulla componente PED, cioè la somma delle componenti PE + PD.

Si evidenzia invece per questo nuovo trimestre 2009, un aumento delle seguenti componenti della bolletta:

• la componente A3, riguardante gli oneri relativi agli incentivi per gli impianti fotovoltaici;
• la componente UC3, prevista per la perequazione dei costi di trasmissione e di distribuzione.

Il valore delle altre componenti tariffarie A e UC e della componente MCT è stato invece confermato.

Dal 1 ° luglio 1009 “la spesa media annua tendenziale per l’energia elettrica della famiglia tipo, che consuma 2700kWh/anno, è così ripartita: 62,67% per i costi di approvvigionamento (costo di energia e dispacciamento); 15,08% per trasmissione, distribuzione e misura; 14,07% per imposte; 8,18 % per oneri generali di sistema.”

Di più facile comprensione è sicuramente la rappresentazione grafica di questi dati, in riferimento rispettivamente alla spesa annua del 3°, del 2° e infine del 1° trimestre 2009:

grafico prezzo kWh nel 2009

Infine un’ultima tabella per capire qual è la stima della spesa annua incluse imposte ed iva in base alle condizioni economiche fissate dall’Autorità per questo 1° luglio 2009, al confronto il 2° e 1° trimestre 2009.

Nel prospetto che segue sono analizzate cinque differenti tipologie di consumo annuo con una potenza contrattuale di 3kW. Ciascun cliente potrà in prima approssimazione individuare la classe più rappresentativa dei propri consumi facendo riferimento ai consumi fatturati dal suo attuale fornitore riportati in bolletta:

Consumo annuo stima della spesa annua per il I trimestre 2009 stima della spesa annua per il II trimestre 2009 stima della spesa annua per il III trimestre 2009
1500 kWh 229 € 226 € 223 €
2700 kWh 463 € 454 € 449 €
3500 kWh 708 € 693 € 688 €
5000 kWh 1197 € 1171 € 1166 €
8000 kWh 2275 € 2225 € 2220 €
www.qualetariffa.it

Si parla solo di “stima della spesa annua” poiché l’ importo indicato per ciascun trimestre non rappresenta l’effettiva spesa che il cliente sosterrà a fine anno ma è il frutto di un calcolo statico, effettuato ipotizzando che le componenti variabili della tariffa si mantengano costanti per tutto l’anno anziché variare con cadenza trimestrale.



    Google E-mail this story to a friend! Print this article! TwitThis Facebook

Lascia un commento