Attivati subito
Il blog che confronta le offerte di energia elettrica e gas

Energia elettrica: i suoi protagonisti

Da quando Enel non incorpora più l’unica figura del mercato elettrico e da quando si è iniziato a parlare con il decreto legislativo 79/99 di liberalizzazione, la struttura del mercato è stata completamente modificata grazie alla creazione di nuove istituzioni e protagonisti. Questo decreto ha inoltre previsto la separazione tra mercato regolato e mercato libero. Si ricorda che il mercato elettrico è completamente liberalizzato dal 1° luglio 2007. Ma quali sono questi protagonisti?

Per il mercato regolato è stata creata la figura dell’Acquirente Unico, che ha il ruolo di acquistare ingenti quantità di energia elettrica sia in Italia che all’estero per poi rivenderla ai distributori o alle società di vendita ad un prezzo inferiore, al fine di garantire la fornitura ai piccoli consumatori, famiglie ed imprese che non si sono ancora decise per un fornitore del mercato libero. Per questi consumatori è sempre garantita l’applicazione di una tariffa unica nazionale. Si legga “I segreti della bolletta della luce”.

È stata creata una Autorità per l’energia e il gas cosiddetta AEEG (o Authority) con funzioni di regolazione e di controllo dei settori dell’energia e del gas; il suo compito principale è quello di determinare e fissare le tariffe e di prendere iniziative riguardanti il miglioramento del mercato energetico.

Viene creata la società Terna, ovvero la proprietaria della nostra rete elettrica nazionale. Terna è responsabile della trasmissione e del dispacciamento sulla rete ad alta ed altissima tensione: gestisce il flusso di energia in modo che l’offerta e la domanda di energia si trovino sempre in equilibrio, garantendo in questo modo un regolare utilizzo dell’energia. Basti pensare al caldo delle nostre estati, il nostro smisurato ricorso ai condizionatori fa impennare il consumo elettrico e Terna in questi casi deve essere pronta a distribuire a tutti i clienti accaldati energia elettrica.

Sul sito di Terna si legge un curioso aneddoto: in occasione dei mondiali di calcio durante la semifinale Germania – Italia nel 2006, milioni di spettatori hanno acceso gli schermi televisivi: paradossalemente tra le 21 e le 23, la domanda di energia è scesa di oltre 2.500 Megawatt, paragonabile all’intero consumo di una città delle dimensioni di Roma!

Riprendendo il nostro elenco dei protagonsiti troviamo il GME, cioè il gestore del mercato elettrico, a cui è affidata l’organizzazione e la gestione economica del mercato elettrico cioè della borsa elettrica italiana. Operatori, distributori e consumatori acquistano e vendono energia tramite la borsa: le transazioni si svolgono online grazie a certificati digitali e ad un accesso sicuro nel sistema. Il Gme organizza e gestisce la contrattazione dei certificati verdi, che attestano la generazione di energia da fonti rinnovabili, e dei titoli di efficienza energetica, i cosiddetti certificati bianchi, attestanti la realizzazione di politiche di riduzione dei consumi energetici.

Poi c’è il GSE, il gestore dei servizi elettrici, che ha un ruolo centrale nella promozione dello sviluppo delle fonti rinnovabili attraverso l’erogazione degli incentivi previsti dalla normativa nazionale, garantendo agli operatori il sostegno economico per lo sfruttamento delle fonti di energia rinnovabile. Senza il suo aiuto l’investimento delle fonti rinnovabili sarebbe troppo costoso. Il GSE inoltre emette i certificati RECS validi a livello nazionale. Il GSE gestisce anche il Conto Energia ovvero qualifica gli impianti fotovoltaici.

Facciamo un test di memoria: chi è Terna?



    Google E-mail this story to a friend! Print this article! TwitThis Facebook

Lascia un commento