Attivati subito
Il blog che confronta le offerte di energia elettrica e gas

Lettera di una lettrice: dov’è l’aumento di potenza da 3 kW a 4,5 kW?

lettera di un lettoreQualeTariffa pubblica quest’oggi la lettera di una lettrice che ci scrive denunciando il comportamento ingiustificato di Enel che, forse per svista di un operatore, forse per incompenza o forse per risaputa posizione dominante, nonostante non le aumenti la potenza le aumenta senza spiegazioni i costi in bolletta. Ricordo a tutti coloro che non sono per niente soddisfatti del servizio di Enel, a coloro che hanno ricevuto o ricevono bollette con importi anomali, a coloro che lottano con i call center di Enel per ottenere spiegazioni sui continui disservizi senza riuscire ad ottenere una soluzione gratificante ai vostri problemi, a coloro che hanno scritto ad Enel senza ottenere uno straccio di risposta, che Enel offre dalla scorsa primavera un servizio online chiamato “Conciliazione delle controversie” per risolvere in via extragiudiziale, perciò amichevole e senza dover ricorrere ad avvocati costosi, disguidi e insoddisazioni. Visitate il sito Enel Conciliazione e soprattutto utilizzate il servizio! Questo servizio è reso possibile grazie all’accordo raggiunto tra Enel e tutte le Associazioni dei Consumatori.

“Ciao, adesso vi espongo il mio problema con Enel Energia che mi porto dietro da settembre 2008 quindi quasi un anno e mezzo…. e spero vivamente che mi possiate aiutare perché vivo con un incubo costante !
Partiamo dal presupposto che non siamo quasi mai a casa e che quindi luce e quant’altro la usiamo poco direi, le bollette che ricevevo fino a settembre 2008 si aggiravano sugli 80 euro circa non di più. Essendo a casa nei weekend mi sono resa conto che il contatore se attaccavo per esempio forno e lavatrice mi saltava quindi ho chiamato il call center di Enel energia e con l’operatore che mi ha risposto ho richiesto UN PREVENTIVO per valutare un possibile aumento di kw dai 3 del mio contratto ai 4,5…. l’operatore mi ha risposto che era una cosa fattibile che mi avrebbe mandato a casa tutta la documentazione con il costo da pagare per l’aumento e che la cosa sarebbe andata in atto solo se AVESSI RIMANDATO INDIETRO IL MALLOPPO FIRMATO E CON COPIA DEI MIEI DOCUMENTI E CON LA RICEVUTA DEL PAGAMENTO FATTO. Dopo 15 gg. mi è arrivato a casa il plico ho aperto e per la variazione di kW mi avevano conteggiato € 195,00, in quel momento con mio marito abbiamo deciso di NON accettare, NON abbiamo pagato, NON abbiamo mandato indietro nulla di firmato e nessun documento, abbiamo chiamato il call center e abbiamo detto che per il preventivo che avevamo richiesto avevamo deciso per il NON accettare cosa dovevamo fare e l’operatrice gentile ci ha detto che potevamo cestinare tutto che tanto se non pagavamo e mandavamo indietro le cose richieste non sarebbe cambiato nulla. DA QUI… L’INFERNO!

A marzo 2009 ci arriva una bolletta Enel di 80 € circa i soliti che pagavamo, dopo 2 giorni arriva una bolletta di 239€ circa e una di 0.01cent. guardiamo e riguardiamo le bollette specie quella più alta e scopriamo che hanno fatto una variazione di potenza ugualmente e che i soldi (239€) erano i mesi a loro detta arretrati da settembre 2008 a febbraio 2009.

Pago la bolletta da 80 euro e chiamo il call center dicendo che guardando la bolletta che mi è arrivata noto una variazione di kW che io non ho mai richiesto, mi dicono di mandare un fax ad un certo numero e che entro 30 gg avrei avuto la sistemazione di attendere e non pagare quella bolletta così alta, faccio come dicono. Trascorsi 45 gg ( siamo a inizio maggio 2009) il nulla…( nel mentre ricevo un altra bolletta da 198€) richiamo e mi dicono stavolta che la bolletta devo pagarla ugualmente che poi in caso mi rimborseranno e che devo pagare anche quella prima ma, fanno un controllo sul contatore e scoprono che mi conteggiano 4,5kw fasulli perché la potenza del mio contatore in realtà è di 3 kW, poi chiedo notizie della mia pratica e… la mia pratica risulta ancora solo caricata ma non gestita.

Mando un altro fax…. e una raccomandata ad un indirizzo che mi hanno fornito loro del call center… risposte 0, ricevo un altra bolletta nel mentre di € 139, ho paura che mi stacchino la corrente se non la pago e questa decido di versarla ( le altre 2 precedenti no)… chiamo ancora il call center e trovo finalmente un tipo competente che mi dice che la pratica è in gestione, che devo attendere qualche settimana e la cosa si sbloccherà, gli faccio presente che ho un bimbo piccolo e che ho paura che mi levino la corrente, lui mi dice che mi fa un’operazione chiamata SOSPENSIVA in cui mette in evidenza che io non verso tutte le bollette per un errore causato da Enel nei conteggi e non per altro e quindi NON mi possono staccare la corrente, a questo punto mi metto il cuore in pace, perché il ragazzo mi dice che con la SOSPENSIVA in atto entro 20 gg. per legge devono sistemare tutto…. passano altri 40 gg e nulla siamo a settembre 2009 un anno esatto e ancora nessuna lettera o chiamata o altro segno da parte di Enel, ricevo un’altra bolletta da 200 euro circa e decido di pagare anche questa sempre per paura… concludendo ho mandato 9 fax 6 raccomandate e altri 3 fax ad un altro numero sempre Enel, oggi siamo al 5 gennaio 2010, la mia pratica risulta ancora in gestione e continuo a ricevere bollette assurde l’ultima 245 € che non sto più pagando, o pago le bollette o mangio…. una delle 2… mi sapete aiutare per favore???

Ho pensato di mandare una lettera dall’avvocato ma… chi sono io normale cittadina nei confronti dell’Enel… rischio di rimetterci anche i 120€ dell’avvocato… ho pensato di rivolgermi all’Audiconsum ma, solo per un cittadino non credo che intraprenderanno una battaglia…. vi prego aiutatemi voi se potete !!

Grazie, Tamara”

Articoli correlati: Enel: conciliazione delle controversie con i propri clienti



    Google E-mail this story to a friend! Print this article! TwitThis Facebook

26 commenti su “Lettera di una lettrice: dov’è l’aumento di potenza da 3 kW a 4,5 kW?”

  1. Ricorri all’autorità dell’energia elettrica!

Lascia un commento