Attivati subito
Il blog che confronta le offerte di energia elettrica e gas

Bolletta gas: Iva 21% con effetto retroattivo

dobrych CCL’ aumento della bolletta del gas negli ultimi mesi è dovuto all’aumento dell’ Iva, che è passata dal 20% al 21% per i consumi oltre i 480 metri cubi di gas annui. Invece per i consumi sotto i 480 metri cubi annui viene ancora applicata l’Iva del 10%. E purtroppo il calcolo dell’Iva al 21% ha effetto retroattivo. Tutte le bollette del gas emesse dopo l’entrata in vigore della “Legge Iva”, quindi dopo il 17 settembre 2011, vanno pagate con l’Iva maggiorata al 21% anche con consumi precedenti a questa data.
Avete già controllato il calcolo dell’Iva nella vostra ultima bolletta del gas? continua »

Decreto Liberalizzazioni: capitolo energia

Calo delle bollette della luce Il Decreto Liberalizzazioni, 24 gennaio 2012 n.1 varato dal Governo Monti, prevede una serie di misure destinate a rinsaldare le fondamenta dell’ economia del Paese che deve uscire dalla crisi. Un importante capitolo del decreto “cresci Italia” riguarda anche il mercato dell’energia. Cliccando qui potete leggere l’intero testo del decreto liberalizzazioni, in special modo il Capo IV “Disposizioni in materia di energia”. continua »

Incremento bonus elettrico e bonus gas per il 2012

Ormai circa un milione di famiglie italiane usufruiscono del bonus elettrico e oltre 600 mila del bonus gas.

In previsione degli aumenti in bolletta previsti per questo 2012 sono state prese anche delle misure a vantaggio delle famiglie continua »

Qual è l’aumento della spesa annua 2012

L’autorità per l’energia elettrica e il gas (AEEG) ha nuovamente annunciato un aumento in bolletta per questo 2012. Purtroppo non ci si stupisce più leggendo queste notizie. Vorrei comunque aiutarvi a capire qual è l’effettivo aumento in bolletta per una famiglia italiana che consuma 2700 kWh l’anno e ha una potenza impegnata di 3kW. Nella seguente tabella viene riportata la spesa annua di energia elettrica a partire dall’ultimo trimestre 2010 fino a questo primo trimestre 2012. continua »

Prezzo energia elettrica e gas per il 2012

aumento bolletta gas 2010Colpa del prezzo del petrolio, colpa degli incentivi alle energie rinnovabili, e forse un po’ la colpa è anche dello spread?!, ma sta di fatto che la nostra bolletta dell’energia elettrica e del gas per questo 2012 promette di nuovo degli aumenti: una famiglia con un consumo annuo di 2700 kWh e una potenza di 3 kW spenderà 22 € in più rispetto all’ultimo trimestre 2011, mentre per una famiglia con un consumo annuo di 1400 mc l’aumento sarà di 32 €. Perciò qual è il prezzo di un kWh e di un mc per questo 2012? continua »

Call Center: qualità del servizio

L’inefficienza, la lentezza, l’inesattezza dei call center, che non riescono quasi mai a rispondere alle nostre richieste, sembra essere ormai storia. Dalla graduatoria pubblicata dall’ Autorità per l’energia e il gas sulla qualità del servizio offerto dai call center di 32 fornitori di energia elettrica e gas emerge un generale miglioramento del servizio: per la maggior parte dei fornitori monitorati, i tempi di attesa al telefono stanno diminuendo, le risposte sono più chiare e gli operatori dei call center risultano più cortesi. continua »

Scaglioni di consumo – quota energia

I costi dell’energia elettrica indicati in bolletta variano a seconda dei nostri consumi: più il nostro consumo è alto, più l’energia diventa cara. Questi costi variabili si riferiscono alla “quota energia” i cui valori sono fissati trimestralmente dall’Autorità per l’energia e il gas (AEEG). La quota energia comprende la componente energia (PE), il dispacciamento, la componente di dispacciamento (PD) e la componente di perequazione (solo per i clienti del Servizio di maggior tutela). Nella tabella seguente vengono indicati i costi della quota energia nei quattro scaglioni di consumo. Ogni scaglione è compreso tra un livello minimo ed uno massimo:
0-1800 KWh/anno
1801-2640 KWh/anno
2641-4440 KWh/anno
> 4441 KWh/anno continua »

Il mercato libero dell’energia elettrica e il gas per la casa

In Italia il 17% dei consumatori residenziali ha scelto il fornitore di energia elettrica e gas per la propria casa approfittando della liberalizzazione del mercato dell’energia e il gas. Il mercato dell’energia elettrica è stato aperto alla libera concorrenza il 1° luglio 2007: in questi ultimi quattro anni ben il 16,6% dei consumatori, su un totale di 30 milioni, è passato dal mercato tutelato al mercato libero, ma solo il 6,2% di questi ha scelto un’azienda diversa da quella cui era collegato nell’ambito del mercato tutelato: tipico esempio riguarda quei consumatori passati da Enel Servizio Elettrico a Enel Energia.

Per quanto riguarda il gas continua »

Edison Zero Sorprese Web: nuova offerta di energia elettrica e gas

Edison Energia punta in alto e lancia un’offerta per le famiglie che promette un bonus di ben 150€ sul costo dell’energia elettrica e/o il gas. L’offerta si chiama Edison Zero Sorprese Web ed è frutto di un accordo tra Edison e Webank. Come ottenere questo bonus? Bisogna sottoscrivere l’offerta Edison Zero Sorprese Web per l’energia elettrica e/o il gas ed aprire un conto online Webank sul quale domiciliare il pagamento delle bollette Edison. Ecco alcune informazioni in più su questa nuova offerta. continua »

Risultati sondaggio: qual è la tariffa più conveniente

Risultato sondaggioSi chiude quest’oggi il sondaggio aperto il lontano 23 novembre 2009 dedicato alla tariffa più conveniente sul mercato dell’ energia elettrica e del gas, intitolato: “Qual è la tariffa di energia elettrica/gas più conveniente?”. Di 7505 partecipanti, il 41% ha dichiarato di non conoscere la risposta e per di più spera che QualeTariffa possa essere di aiuto. Il 19% ritiene che la tariffa più conveniente sia quella che blocca il prezzo energia per uno/due anni, il 17% crede nella tariffa flat/tutto compreso che offre un prezzo inclusivo di tutti i costi presenti in bolletta, solo il 14% vota le tariffe scontate e infine il 9% sceglie la tariffa regolata fissata trimestralmente dall’Autorità per l’energia e il gas (AEEG). Il monitoraggio costante del mercato dell’energia elettrica in questi primi 4 anni di liberalizzazione mi porta a dar ragione a quel 14%. Ma vediamo insieme i dettagli. continua »