Attivati subito
Il blog che confronta le offerte di energia elettrica e gas

Gas: problemi con il contatore?

Calcolatore del gasL’Autorità per l’energia e il gas cerca ancora una volta di venire incontro ai consumatori insoddisfatti: soprattutto a quei consumatori il cui contatore del gas ha smesso di funzionare correttamente.

Dal prossimo aprile 2010 l’Autorità garantisce la sostituzione del contatore da parte del distributore in caso di malfunzionamento, senza alcun onere per il cliente. continua »

Il call center è un mostro!

Call center EnelQualetariffa pubblica la lettera di Emanuela che racconta in un sincero commento le sue vicessitudini con Enel Energia, iniziate cambiando semplicemente il metodo di pagamento.

“Passare ad ENEL ENERGIA?
La gente non sa a che cosa va incontro. Come è stato per me quando sono passata da Enel distribuzione a Enel Energia. Credevo di aver fatto una buona scelta. Pensavo di avere a che fare con persone competenti, ben organizzate, capaci di far funzionare le cose. Ho constatato presto di avere a che fare con un carrozzone di gente senza professionalità e senza serietà. continua »

Edison Energia: procedura di conciliazione per i clienti insoddisfatti

Edison conciliazioneAnche Edison Energia, proprio come Enel Energia, viene incontro ai propri clienti insoddisfatti con uno strumento per risolvere in modo rapido, trasparente e soprattutto gratuito e senza l’ausilio di un giudice eventuali controversie: il cliente può avviare una procedura di conciliazione con Edison.
In quali casi si può fare domanda di conciliazione?

  • Bollette di importi anomali rispetto alla media dell’anno precedente.
  • Solleciti di pagamento ritenuti ingiustificati.
  • Ritardi nell’emissione dei conguagli.
  • Ritardi nell’attivazione della fornitura.

continua »

Notizie dal mondo nucleare

notizie sul nucleareInteressante e chiara dichiarazione del sottosegretario all’Energia Saglia sul progetto nucleare del governo: “Il governo investe nel nucleare zero euro. A investire sono le imprese private. Noi non abbiamo quattrini quindi senza i privati il nucleare non si fa”.

Prima di sottoscrivere un contratto nel mercato libero ricordarsi di…

In molti di voi si chiedono se firmare o meno un contratto nel mercato libero e a quali dettagli bisogna rivolgere la propria attenzione.

Grazie ai consigli dell’associazione Federconsumatori, QualeTariffa stila la lista delle cose da tenere sempre a mente prima di sottoscrivere un contratto della luce o del gas:

1. farsi ripetere il nome della società e richiedere un recapito telefonico in caso di ripensamento o eventuali chiarimenti (sarebbe bene anche informarsi sulla serietà dell’azienda e visitare il suo sito internet)

2. farsi spiegare il prezzo e lo sconto proposto dall’offerta e le sue possibili variazioni nel tempo (cosa succede una volta decorsi i 12 o i 24 mesi garantiti dall’offerta?)

3. controllare la presenza o meno di eventuali spese accessorie continua »

Spese accessorie nel mercato libero

Il passaggio dal fornitore del mercato tutelato (o regolato) al fornitore del mercato libero è completamente gratuito ed è addirittura prevista la restituzione del deposito cauzionale pagato al vecchio distributore-fornitore. È completamente gratuito a parte un’imposta di bollo pari a 14,62 € da pagare sul nuovo contratto. Con il passaggio nel mercato libero però alcuni fornitori del mercato libero prevedono anche il pagamento di spese accessorie da pagare una tantum, che si riferiscono a tutte le eventuali richieste che il nuovo fornitore inoltrerà per conto del cliente al distributore (per esempio variazioni di potenza, disattivazione della fornitura). continua »

Dov’è finita MPE Energia?

MPE energiaLa liberalizzazione del mercato elettrico, che dal 1° luglio 2007 permette anche ai clienti domestici, cioè a tutte le famiglie, di rivolgersi ad un fornitore concorrenziale, non può di certo definirsi statica: con l’apertura del mercato diversi operatori si sono affacciati sul mercato elettrico, ma sono anche velocemente spariti: se lo ricorderanno i bistrattati clienti de LA220, società fusa per incorporazione insieme alla società Modula Spa in Green Network Spa. E ora è la volta di MPE Energia che per fortuna lascia il mercato senza scioccare i propri clienti, anzi, e che ora si vedono semplicemente recapitare le bollette da Eon Energia. continua »

Lettera di una lettrice: dov’è l’aumento di potenza da 3 kW a 4,5 kW?

lettera di un lettoreQualeTariffa pubblica quest’oggi la lettera di una lettrice che ci scrive denunciando il comportamento ingiustificato di Enel che, forse per svista di un operatore, forse per incompenza o forse per risaputa posizione dominante, nonostante non le aumenti la potenza le aumenta senza spiegazioni i costi in bolletta. Ricordo a tutti coloro che non sono per niente soddisfatti del servizio di Enel, a coloro che hanno ricevuto o ricevono bollette con importi anomali, a coloro che lottano con i call center di Enel per ottenere spiegazioni sui continui disservizi senza riuscire ad ottenere una soluzione gratificante ai vostri problemi, a coloro che hanno scritto ad Enel senza ottenere uno straccio di risposta, che Enel offre dalla scorsa primavera un servizio online chiamato “Conciliazione delle controversie” per risolvere in via extragiudiziale, perciò amichevole e senza dover ricorrere ad avvocati costosi, disguidi e insoddisazioni. Visitate il sito Enel Conciliazione e soprattutto utilizzate il servizio! Questo servizio è reso possibile grazie all’accordo raggiunto tra Enel e tutte le Associazioni dei Consumatori. continua »

Risparmio in bolletta per le famiglie colpite dal terremoto in Abruzzo

Notizie rincuoranti per le famiglie colpite dal terremoto in Abruzzo: l’Autorità per l’energia e il gas, in collaborazione con la Protezione Civile Nazionale, ha previsto confortevoli agevolazioni sulle bollette dell’energia elettrica e del gas per le famiglie colpite dal sisma. Alle bollette di energia elettrica non verranno calcolati gli oneri di sistema e verranno ridotti i costi per le componenti a copertura dei costi dei servizi di trasmissione e misura. Una famiglia che consuma 2700 kWh all’anno potrà avere un risparmio di almeno 100€/anno, cumulabile con il bonus sociale elettrico. continua »

Nuova sanzione per Enel Distribuzione

Nel comunicato dell’Autorità per l’energia si legge che Enel Distribuzione deve pagare una sanzione per un totale di 1.020.000 euro per violazione di disposizioni relative alla connessione di impianti per la produzione di energia elettrica alle reti di distribuzione, con particolare riguardo a quelli alimentati da fonti rinnovabili, ai sensi dell’articolo 9 del decreto legislativo n. 79/99. continua »