Attivati subito
Il blog che confronta le offerte di energia elettrica e gas

Perché le bollette elettriche sono aumentate

perché le bollette elettriche sono aumentate Molti lettori si lamentano dell’aumento consistente delle bollette elettriche in questi primi mesi dell’anno. Gli aumenti interessano soprattutto coloro che pagano la bolletta di energia elettrica secondo la cosiddetta tariffa D3: cioè coloro che hanno una fornitura di energia elettrica in bassa tensione per usi domestici utilizzata nelle abitazioni diverse da quelle di residenza, e nelle abitazioni di residenza con potenza impegnata superiore a 3kW. Perchè le bollette elettriche sono aumentate? Una ragione per questi aumenti c’è, dal 1° gennaio 2009 le tariffe regolate D3 hanno subito i seguenti cambiamenti:

1. Scaglioni di consumo. Anche le tariffe D3 (come per le tariffe D2, previste per quei contratti di residenza con una potenza impegnata =< 3kW) ora sono strutturate in 4 scaglioni di consumo a riempimento:

Scaglioni di consumo in kWh
0-1800 kWh
1801-2640 kWh
2641-4440 kWh
>4440 kWh

L’introduzione degli scaglioni di consumo ha comportato l’aumento del costo di un kWh. Mentre a dicembre 2008 il costo del kWh era di circa 18 cent€, indipendentemente dal proprio fabbisogno, ora il kWh ha costi diversi in base allo scaglione di consumo in cui ci si trova. Nel primo trimestre 2009 il costo del kWh per consumi superiori a 4440kWh/anno era di circa 28cent€, superando di gran lunga i 18cent€/kWh dello scorso anno.

Nel grafico che segue si vuol metter in evidenza il costo in centesimo di € di un kWh nell’ultimo anno, in base a diversi consumi (1800kWh, 2500kWh, 3500kWh oppure > 5000kWh). Si noterà che per consumi superiori a 3500kWh il costo di un kWh è aumentato di parecchio a partire proprio dal 1° gennaio 2009. Aumento poco apprezzato dai consumatori, soprattutto in considerazione del fatto che i clienti che utilzzano questa tariffa D3 hanno sempre alti consumi di energia elettrica, quasi sempre superiori a 3500kWh/anno.

Costo-kWh-tariffe D3

2. Quota potenza e fissa: Il secondo cambiamento ha interessato l’aumento della quota potenza (che da 13€/kW dell’anno scorso è passata a 14€/kW) e della quota fissa (che da 36€ è passata a 45€).

Ricordo che le tariffe regolate (tariffe D2 e D3) sono fissate trimestralmente dall’Autorità per l’energia e il gas. Perciò il vostro distributore di energia elettrica, che nella maggior parte dei casi è rappresentato da Enel Servizio Elettrico (ex Enel Distribuzione), applica le tariffe così come gli vengono trasmesse dall’Autorità.

Consiglio anche la lettura di questo articolo.



    Google E-mail this story to a friend! Print this article! TwitThis Facebook

3 commenti su “Perché le bollette elettriche sono aumentate”

  1. con l’introduzione di questi scaglioni per i corrispettivi di sistema l’aumento e’ stato notevole.
    Volevo chiedere quali sono le singole voci che compongono i corrispettivi unitari degli scaglioni. In parole povere:
    -scaglione fino a 1800= corrispettivo unitario e’ 0,02142 eurocent.
    -scaglione fino a 2640=0.07044 €cent
    -ecc.
    Ebbene , come si arriva a questi (0,02142 , 0,07044 , 0,1343 ,…)? Immagino con le varie componenti UC , A , MCT), ma esattamente come?
    Ringrazio in anticipo.

  2. Ciao Francesca io ho un problema con i corrispettivi di sistema . Ho come compagnia enel energia e ho la fatturazione trimestrale da circa 9 mesi le prime due bollette sono state molto convenienti 218 euro periodo mag-giug-lugli, 235 euro agost-sett-ottob- e improvvisamente nel periodo novem-dicembre-gennaio 416 euro il doppio dei mesi scorsi. Premetto che io ho la tariffa bioraria D2 e ho consumato nel periodo in questione 650KW in fascia blu e 1027 in fascia arancione ma il problema è che mi trovo 175 euro solo di corrispettivi di sistema. Ma adesso su ogni bolletta che mi arriverà ci saranno sempre questi corrispettivi di sistema così alti?
    Grazie e spero in una vostra delucidazione

  3. è accaduto la stessa identica cosa anche a noi.

Lascia un commento