Attivati subito
Il blog che confronta le offerte di energia elettrica e gas

Rettifica: tariffe biorarie obbligatorie dal 1° luglio 2010

tariffe biorarie dal 1° luglio 2010L’Autorità rinvia al 1° luglio 2010 l’introduzione obbligatoria delle tariffe biorarie per tutti i clienti domestici, cioè le famiglie, che non hanno ancora scelto un fornitore nel mercato libero e che sono dotati di un contatore elettrico riprogrammato. Le tariffe biorarie, che prevedono prezzi differenziati secondo i diversi momenti orari, verranno introdotte progressivamente per permettere ai clienti del mercato regolato di capire le novità e i vantaggi apportati dalle tariffe biorarie. Le tariffe biorarie verranno applicate solo dopo sei mesi di avvisi allegati nella bolletta dai propri distributori-fornitori.

Secondo l’Autorità, un corretto utilizzo delle tariffe biorarie, cioè distribuendo i consumi nei momenti meno costosi, può aiutare il consumatore a risparmiare in bolletta: le tariffe biorarie prevedono una fascia più costosa giornaliera, dalle 8 del mattino alle 19 dal lunedì al venerdì e una fascia più economica notturna, dalle ore 19 alle ore 8 e durante l’intero fine settimana e festivi.

Nel comunicato dell’Autorità si legge che nei primi 18 mesi verrà assicurata “una adeguata gradualità nell’applicazione dei nuovi prezzi biorari. A regime la differenza, fra prezzi più o meno vantaggiosi, sarà invece direttamente proporzionale al prezzo dell’energia elettrica all’ingrosso nelle diverse ore.“

Ma soprattutto è interessante sapere che “l’Autorità ha proposto che vengano allentati alcuni vincoli di potenza che talvolta fanno “scattare” il contatore quando si utilizzano più elettrodomestici contemporaneamente.”

Tutti quei clienti che hanno già scelto un fornitore nel mercato libero non dovranno preoccuparsi di questa novità, ma saranno altrettanto liberi di scegliere un’offerta bioraria proposta nel mercato libero.

Molti sono i fornitori che già propongono l’opzione bioraria, si pensi a nomi come Enel, Edison, Life Gate, Italcogim Energie, AB Energie, Hera Comm.

Articoli correlati:



Attivati subito



    Google E-mail this story to a friend! Print this article! TwitThis Facebook

9 commenti su “Rettifica: tariffe biorarie obbligatorie dal 1° luglio 2010”

  1. Ti bastano un condizionatore, un frigo (anche classe A) e una lavatrice in contemporanea…

  2. Non ho il condizionatore, il frigo è classe A+ e la lavatrice è collegata all’acqua calda sanitaria generata con caldaia a condensazione.

  3. Beh, il fatto che tu non ce l’abbia non vuol dire che nessuno lo debba avere. E comunque è assurdo che uno debba avere il contratto vincolato da 4.5 Kwh per i 3-4 mesi all’anno in cui usa il condizionatore

  4. è normale che le persone anziane saranno penalizzate per la semplice ragione del consumo diurno.

  5. …un furto senza scasso…e quel che più fa rabbia ci stanno avvisando!

  6. [...] Rettifica: tariffe biorarie obbligatorie dal 1° luglio 2010 L’Autorità rinvia al 1° luglio 2010 l’introduzione obbligatoria delle tariffe biorarie per tutti i clienti domestici, cioè le famiglie, che non hanno ancora scelto un fornitore nel mercato libero e che sono dotati di un contatore elettrico riprogrammato. blog: QualeTariffa | leggi l'articolo [...]

  7. Come mai nella bolletta si parla di tre tariffe: F1, F2 e F3 con orari diversi, mentre poi nel conteggio della bolletta le tariffe F2 e F3 sono conteggiate con lo stesso valore? Che significato ha ciò?

  8. Come mai nella bolletta risultano tre fasce orario contraddistinte dalle tariffe F1, F2 e F3, ma poi nel conteggio della bolletta le tariffe F2 e F3 risultano allo stesso prezzo? Che significato ha ciò?

  9. @ Edith, se la tua bolletta si riferisce al consumo della tua abitazione residente le fasce orarie sono due F1 e F23. Ecco perché i costi della F2 e F3 coincidono. I clienti non residenti al contrario pagano tre fasce orarie differenti. Saluti!

Lascia un commento