Attivati subito
Il blog che confronta le offerte di energia elettrica e gas

Il “Trova offerte” dell’Autorità e gli altri sistemi di comparazione in Europa

Comparazione offerteL’Autorità per l’energia elettrica e il gas, l’organo regolatrice che fissa le tariffe regolate nel mercato di maggior tutela, mette a disposizione dei consumatori il “Trova offerte”, un sistema “ufficiale” di comparazione delle offerte di energia elettrica presenti attualmente sul mercato italiano. Il “Trova offerte” è disponibile da ieri sul sito dell’Autorità. Il “Trova offerte” è un progetto che l’Autorità ha deciso di realizzare su per giù due anni fa in seguito alla totale liberalizzazione del mercato elettrico domestico ed è nato sbirciando gli strumenti di confronto delle offerte già presenti in Europa. Si ricorda che il completamento del processo di liberalizzazione del mercato elettrico è stato disposto dalla direttiva 2003/54/CE, e che perciò ha interessato l’intera Europa. Ma Germania, Austria, Belgio e tanti altri paesi, avendo liberalizzato il mercato elettrico già da una decina di anni, vantano sistemi di comparazione tra prendere a modello.

L’Autorità si è trovata davanti ai tre modelli di servizio di comparazione già presenti in Europa:

• il modello pubblico: il sistema di comparazione è gestito dall’Autorità regolatrice e i venditori sono tenuti a comunicare i dati sulle offerte necessari al suo funzionamento;
• il modello pubblico-privato: il sistema di comparazione è gestito da un privato ma vigilato dall’Autorità regolatrice;
• il modello privato: il sistema di comparazione è gestito da un’azienda privata ed è indipendente dall’Autorità regolatrice.

L’Autorità, sul modello del calcolatore austriaco “Tarifkalkulator” di E-Control , alla fine si è decisa per il primo modello, cioè quello pubblico. L’Autorità ha utilizzato addirittura la stessa casa software del regolatore austriaco per realizzare il calcolatore, OnTec Software Solutions.

Se l’Austria ha adottato il modello pubblico, in Belgio invece sono disponibili sistemi di comparazione delle offerte gestiti sia dai Regolatori regionali che da soggetti privati. Qui un esempio.

In Danimarca il servizio è fornito, per l’energia elettrica, dalla Dansk Energi – Net, l’associazione delle società di trasmissione e distribuzione, e per il gas dall’operatore del trasporto.

In Germania sono disponibili alcuni sistemi di comparazione delle offerte privati sia per l’energia elettrica sia per il gas. Il più utilizzato e completo è Verivox.

Nei Paesi Bassi sono presenti quattro motori di calcolo per la comparazione delle offerte, gestiti da soggetti privati.

Nel Regno Unito i servizi di comparazione delle offerte esistono dal 1997. Ce ne sono decine e seguono il modello di coesistenza tra pubblico e privato poiché Energywatch, organismo regolatore, impone il rispetto di alcuni requisiti per garantire il buon funzionamento del sito. Moneysupermarket è un esempio di motore di calcolo.

In tutta Europa le caratteristiche fondamentali di un sistema di comparazione delle offerte sono:

• l’indipendenza dai venditori: il gestore del sito di comparazione non deve essere influenzato dagli stessi venditori che propongono le offerte;

• la completezza del servizio: il calcolo deve essere accurato e i prezzi devono essere sempre aggiornati; il servizio deve consentire la comparazione di tutte le offerte presenti sul mercato;

• la gratuità del servizio, che deve essere alla portata di tutti grazie anche ai call center.

Il funzionamento di tali sistemi di comparazione funziona in tutta Europa allo stesso modo e si prevede l’inserimento di alcuni dati:

• il codice postale (che individua l’ubicazione della fornitura);
• il consumo annuo di gas o di energia elettrica;
• la potenza nel caso dell’energia elettrica;
• la tipologia di contratto (a prezzo fisso o variabile);
• la modalità di pagamento preferita;
• opzione a fasce orarie (bioraria).

Sulla base dei dati inseriti, i motori di calcolo generano una lista di offerte dei diversi venditori evidenziando la spesa annua; il cliente, tramite link o finestre, può accedere ad una serie di informazioni che, con diverso grado di approfondimento, riguardano:

• l’offerta: viene solitamente indicata la spesa complessiva prevista per un anno;
• il venditore: la ragione sociale del venditore e le modalità di contatto;
• il contratto: vengono indicate la durata del contratto, il preavviso richiesto per il recesso, le modalità di pagamento.

Il sistema di comparazione proposto dall’Autorità funziona proprio così, e propone un confronto tra le offerte di quei venditori che volontariamente si sono registrati sul sito dell’Autorità e che soddisfano alcuni requisiti di affidabilità definiti dalla stessa Autorità.

L’aggiornamento del modello di calcolo italiano dipenderà esclusivamente dai dati inseriti dagli stessi venditori, ovviamente sempre sotto la supervisione dell’Autorità che controllerà eventuali anomalie o errori.

Il “Trova offerte” propone per il momento solo la comparazione delle offerte di energia elettrica rivolte alla clientela domestica. Per le offerte del gas bisognerà aspettare ancora un po’.

In bocca al lupo! E che questo calcolatore sia un segnale di vera liberalizzazione del mercato elettrico: dove liberalizzazione significa trasparenza della concorrenza e vero risparmio per i consumatori.



    Google E-mail this story to a friend! Print this article! TwitThis Facebook

Un commento su “Il “Trova offerte” dell’Autorità e gli altri sistemi di comparazione in Europa”

  1. If you have children in your home, then you need to recognize that you always need to be at
    your creative finest to keep them entertained.

Lascia un commento