Attivati subito
Il blog che confronta le offerte di energia elettrica e gas

Cos’è il BIOGAS?

BiogasIn Germania, nel Regno Unito e negli altri paesi del nord Europa la parola biogas è ormai entrata nel linguaggio comune proprio quanto “nucleare” in Italia. Il Biogas è una fonte alternativa di energia elettrica prodotta soprattutto nelle aziende agricole poiché ottenuta dalla fermentazione delle biomasse cioè dei rifiuti vegetali (si pensi alle raccolte differenziate) e da liquami di origine animali derivanti dagli allevamenti zootecnici (bovine e avicunicole). Il biogas è prevalentemente costituito da metano ed anidride carbonica. continua »

WWF: Dossier sui trasporti italiani

WWF dossierIl WWF, con la collaborazione del Gruppo Allianz, ha pubblicato il dossier “Potenziale delle misure di riduzione del gas-serra nel sistema de trasporti italiano”. Secondo il WWF grazie a piccole attenzioni quotidiane è possibile ridurre l’impatto del traffico privato su gomma. Il Dossier è stato inviato ai Ministri dei Trasporti e delle Infrastrutture e dell’Ambiente e dimostra che il 28% del totale delle emissioni CO2 è ottenuto dal trasporto su gomma. Perciò è importante iniziare seriamente a pensare al nostro ambiente, non si può più rimandare a domani, e allora: continua »

Ora della terra – appuntamento mondiale

Cosa posso fare contro il cambiamento climatico? Spegni le luci dalle 20.30 alle 21.30 il 28 marzo. Insieme a te aderiranno 50 milioni di persone nel mondo. Guarda il video. continua »

Vodafone: Ecoricarica My Future

Vodafone My FutureIl mercato della telefonia e il mercato elettrico (verde) si mescolano. Vodafone vuole farsi conoscere in Italia anche quale operatore attento all’impatto ambientale e si prefigge l’obiettivo di ridurre del 50% le emissioni di CO2 delle proprie attività entro il 2020. Vodafone è convinta che le fonti rinnovabili possano aiutare l’Italia a raggiungere l’obiettivo europeo “20-20-20″. Grazie all’iniziativa My Future, Vodafone vuole incentivare la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili installando tetti fotovoltaici nelle scuole italiane. Queste scuole potranno generare energia elettrica autonomamente risparmiando in bolletta elettrica e potranno soprattutto insegnare ai bambini che il sole, grazie ai tetti fotovoltaici, può generare energia elettrica. continua »

La bolletta in Francia è meno cara: per il nucleare?

Bolletta in FranciaSi chiacchiera di nuovo sul ritorno all’energia nucleare in Italia. Enel e la francese EDF nel frattempo hanno già preso accordi, perché il ritorno al nucleare sembra l’unico modo per riuscire a raggiungere gli obiettivi del pacchetto UE “20-20-20”, o meglio l’obiettivo sulla riduzione del 20% delle emissioni CO2. Ma se le centrali nucleari verranno terminate intorno al 2030 (dato realistico e non politico) significa che il programma nucleare italiano non risulta coerente con le tempistiche del pacchetto clima-energia europeo. E significa soprattutto per le tasche degli italiani, che le bollette continueranno ad essere care per qualche decennio. Ma prima di sgranare gli occhi davanti alle differenze strabilianti tra i costi della nostra bolletta della luce e di quella in Francia, a disposizione alcuni dati per capire che per noi italiani “nucleare” non significa automaticamente pagare di meno la bolletta di energia elettrica. continua »

Offerta ZeroE people di LIFEGATE – Edison

LifeGateLifeGate si può definire come l’azienda ad Impatto Zero® sull’ambiente. Grazie alla partnership tra LifeGate ed Edison nasce l’offerta ZeroE people rivolta a tutte le famiglie: quest’offerta garantisce a tutti i clienti registrati sul sito di LifeGate uno sconto del 5% sulla componente PED (la componente PE + la componente PD) fissata trimestralmente dall’Autorità. È prevista anche l’opzione bioraria. L’offerta è di energia elettrica proveniente al 100% da fonti rinnovabili, ovviamente certificata RECS. Niente di nuovo se non fosse proprio per il progetto ad Impatto Zero®, con cui LifeGate si impegna a creare nuove foreste in Costa Rica. continua »

Le fonti rinnovabili e i certificati RECS

Fonti rinnovabiliLa maggior parte delle offerte di energia elettrica presenti sul mercato si definiscono verdi, perché provenienti al 100% da fonti rinnovabili grazie ai certificati RECS. In realtà il fornitore che ci propone l’offerta di energia verde certificata RECS non produce (nella maggior parte dei casi) personalmente energia elettrica grazie al sole e al vento come siamo portati ad immaginare, ma si limita ad acquistare presso il GSE questi certificati RECS. I certificati RECS sono titoli che attestano la produzione di energia elettrica da fonte rinnovabile, per una taglia minima pari a 1 MWh. continua »

Risparmio energetico: “M’illumino di meno”

M'illumino di meno”M’illumino di meno” ci invita domani 13 febbraio 2009 dalle ore 18 a spegnere i nostri computer, le luci in ufficio e a casa e tutti quei dispositivi elettrici non indispensabili, in nome del risparmio energetico. L’iniziativa ”M’illumino di meno” è promossa da Caterpillar, programma radiofonico di radio Rai Due.

”M’illumino di meno” è una giornata di mobilitazione internazionale alla sua quinta edizione. continua »

Emissioni di CO2 durante la cerimonia di investitura di Obama

yeswecan È semplicemente fantastico che Barack Obama abbia un programma energetico ed ambientale così attento alle energie rinnovabili, all’efficienza energetica e alla lotta ai cambiamenti climatici. È ormai necessario un intervento radicale e globale: anche gli Stati Uniti devono ridimensionare i consumi e le emissioni di CO2 attraverso scelte di consumo più consapevoli e un minor impatto ambientale. continua »

Come ridurre la bolletta della luce aiutando l’ambiente

La crisi ambientale deve iniziare ad interessare ognuno di noi. Dobbiamo aiutare l’Europa a raggiungere il comune obiettivo di ridurre le emissioni di gas del 20% entro il 2020 nella speranza che le temperature del pianeta non salgano di più di 2°C. Cambiando il nostro comportamento quotidiano possiamo fronteggiare i cambiamenti climatici e, perchè no, anche arricchire il nostro portafoglio. Si possono facilmente ridurre i costi in bolletta aiutando l’ambiente. continua »