Attivati subito
Il blog che confronta le offerte di energia elettrica e gas

Spesa annua della bolletta dell’energia elettrica per residenti e NON residenti

Tutte quelle famiglie che non hanno ancora cambiato fornitore continuano a pagare la propria bolletta di energia elettrica in base alle tariffe di riferimento del mercato tutelato fissate trimestralmente dall’Autorità per l’energia e il gas (AEEG). L’Autorità ci comunica infatti ogni tre mesi il nuovo prezzo dell’energia elettrica. Buone notizie per questi prossimi tre mesi poiché è prevista una diminuzione dell’1% del prezzo dell’energia elettrica rispetto al primo trimestre (gennaio-marzo 2013).

  • Ma quanto pesano le imposte sulla nostra bolletta?
  • Il cliente NON residente paga davvero di più rispetto al cliente residente?

continua »

Qual è il prezzo della componente PE?

Il fornitore di energia elettrica vi propone in genere un prezzo alternativo alla componente PE regolata ed aggiornata trimestralmente dall’Autorità per l’energia e il gas. Componente che rappresenta circa la metà dei costi totali della bolletta. La tabella che segue sull’ “andamento del prezzo della PE” vi aiuterà a capire se l’offerta che avete già sottoscritto o che volete sottoscrivere vi permette effettivamente di risparmiare rispetto alla componente PE regolata e fissata trimestralmente dall’Autorità. Per questo trimestre (aprile- giugno 2010) l’Autorità ha fissato il prezzo della componente PE a 8,058 c€/kEh che, considerato il breve periodo della liberalizzazione del mercato elettrico, rappresenta il prezzo più basso degli ultimi mesi. Non dimenticate di calcolare le perdite di rete del 10,8% sul prezzo energia proposto nel mercato libero. Nella componente PE le perdite di rete sono già incluse nel prezzo.

andamento componente PE continua »

La bolletta della luce diminuisce ancora

Calo delle bollette della luce Buone notizie per questa primavera 2010: anche per questo nuovo trimestre (aprile-giugno 2010) è previsto un calo delle bollette della luce.

L’Autorità ha pubblicato a fine marzo l’aggiornamento delle tariffe regolate dell’energia elettrica specificando nel suo comunicato stampa che ”per il 2° trimestre 2010, i prezzi di riferimento per la fornitura di energia elettrica, saranno pari a 15,765 centesimi di euro per kilowattora, in calo del 3,1% rispetto al trimestre precedente. Al netto delle imposte, da aprile a giungo il prezzo sarà di 13,503 centesimi di euro per kilowattora. La spesa media annua tendenziale della famiglia tipo (con consumi medi di 2.700 kilowattora l’anno e una potenza impegnata di 3 kW) sarà di 426 euro, così ripartita: 60,93% per i costi di approvvigionamento (costo di energia e dispacciamento); 15,86% per trasmissione, distribuzione e misura; 14,34% per imposte; 8,87% per oneri generali di sistema.continua »

Quanto costa un mc di gas?

quanto costa un mc del gasQuanto costa un mc del gas? Qual è la tariffa più conveniente? Le tariffe del gas sono strutturate in scaglioni di consumo? Esistono le tariffe regolate anche per il gas? Posso confrontare le offerte del gas sulla base della componente CCI? Che cosa sono i coefficienti standard? continua »

Risparmio con l’offerta Edison casa e Telepass gratuito per un anno

Edison Energia propone anche per questo trimestre estivo l’offerta di energia elettrica rivolta a tutte le famiglie “Edison Casa”, che assicura uno sconto del 20% sulla componente energia e dispacciamento PED. Ma da oggi Edison Casa diventa ancora più accattivante per tutti quegli automobilisti abbonati a Telepass: infatti grazie all’accordo firmato tra Edison e Telepass, ai 6,5 milioni clienti Telepass che sottoscriveranno l’offerta Edison Casa verrà garantito un anno di canone Telepass Premium gratuito. Per tutti gli automobilisti e non, nelle tabelle seguenti si evidenzia il risparmio a cui si va incontro lasciando il mercato regolato e aderendo all’offerta Edison Casa passando al mercato libero. continua »

2° trimestre 2009: qual è il risparmio sulla bolletta elettrica e del gas

L’Autorità per il 2° trimestre 2009, come già preannunciato ad inizio anno, ha stabilito una diminuzione delle tariffe regolate sia per l’energia elettrica sia per il gas. Ciò significa che la bolletta elettrica e del gas di una famiglia tipo diminuiranno complessivamente di circa 92€/anno rispetto al trimestre appena trascorso. Ma vediamo nei dettagli qual è il vero risparmio, procedendo al confronto della spesa annua sulla base delle tariffe regolate fissate dall’Autorità negli ultimi tre trimestri. continua »

Offerta Flat di Enel Energia “Energia tutto compreso”

Offera FlatFinalmente un po’ di semplicità nel calcolo delle offerte di energia elettrica. Enel ha lanciato da pochi giorni l’offerta FLAT “Energia tutto compreso”. Enel propone tre differenti taglie, come recita la pubblicità, a seconda dei propri consumi mensili. Il prezzo indicato per ogni pacchetto-taglia è comprensivo di tutte le componenti energia (PE, prezzo dispacciamento, trasmissione, trasporto, oneri di sistema, perdite di rete) escluse le imposte e l’Iva. continua »

Confronto: tariffe del gas a Milano, Roma, Torino e Napoli

Ma qual è la spesa annua delle tariffe del gas? E delle tariffe regolate, cioè quelle tariffe che paghiamo se non abbiamo ancora cambiato fornitore di gas? Al confronto le offerte di Enel Energia, Eni ed Eon Vendita nelle città di Milano, Roma, Torino e Napoli per una spesa annua di 1400 m³. Si noterà che la spesa annua varia di città in città, dipendendo le tariffe del gas da alcune variabili strettamente collegate al comune di appartenenza, per esempio l’area della rete di distribuzione locale e l’altitudine del comune, parametri che influiscono sulle temperature del gas e quindi sul prezzo. continua »

I costi della bolletta del gas

Costi bolletta gasLo sapevate che la Sardegna non è servita dal gas naturale? Vorrà dire che scriverò sui costi della bolletta del gas per i rimanenti 17 milioni di italiani che al contrario non ne possono fare a meno. E che il mercato del gas è liberalizzato ormai dal 2003? Sicuramente in pochi se ne saranno accorti perché solo con la liberalizzazione del mercato elettrico nel 2007, anche i fornitori di gas hanno iniziato a proporre sconti sulle tariffe regolate. Infatti se non siete ancora passati sul mercato libero, significa che pagate le tariffe regolate (o meglio le condizioni economiche di fornitura del gas naturale) fissate trimestralmente dall’Autorità per l’energia e il gas.
continua »