Attivati subito
Il blog che confronta le offerte di energia elettrica e gas

Tariffa bioraria in FAQ: qual è il risparmio?

Quanto risparmio scegliendo la tariffa bioraria se consumo 2700 kWh/anno? Con un consumo annuo di 2700 kWh e una potenza di 3kW si spendono sia per la tariffa regolata monoraria che per la tariffa bioraria con il 67% dei consumi concentrati nella fascia notturna, 487€. Ma concentrando l’80% dei consumi nella fascia notturna si possono risparmiare solo 16€ all’anno. No, non è molto.

Ma cos’è la tariffa bioraria? La cosiddetta bioraria è quella tariffa elettrica con differenti prezzi in base agli orari di consumo nell’arco di una giornata.

Quali fasce della giornata? La tariffa bioraria ha due fasce di consumo: la fascia piena definisce le ore di punta dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 19; la fascia vuota definisce le ore fuori punta dalle 19 alle 8 durante la settimana, sabato, domenica e i giorni festivi.

Serve un contatore speciale per la tariffa bioraria? Sì, per poter attivare una tariffa bioraria è necessario installare il contatore elettronico in grado di misurare l’energia consumata durante il giorno e la notte.

Chi stabilisce la tariffa bioraria? La tariffa bioraria è stabilita trimestralmente dall’Autorità per l’energia e il gas, esattamente come succede per la tariffa monoraria (un unico prezzo). La struttura della tariffa elettrica bioraria si distingue da quella monoraria solo per la componente PE, il famoso prezzo energia: per la tariffa bioraria sono infatti previsti due prezzi, uno per il giorno e uno per la notte. Le componenti di dispacciamento, trasporto, oneri speciali, accise e Iva rimangono invece invariate.

Qual è il prezzo delle tariffe regolate? Nel 4° trimestre 2008 la componente prezzo energia per la fascia giornaliera è di 12,897 cent€/kWh mentre per la fascia notturna è di 8,738 cent€/kWh.
Aggiornamento del 20.01.2009: i prezzi della tariffa bioraria del I° trimestre 2009 sono: per la fascia giornaliera è di 11,596 cent€/kWh mentre per la fascia notturna è di 7,304 cent€/kWh.

C’è un risparmio con le offerte biorarie? Sì, con alcune offerte il risparmio è assicurato. Molti fornitori elettrici propongono offerte con sconti sui prezzi regolati: Edison Energia propone uno sconto strepitoso del 20% sulla componente prezzo energia. Ma bisogna fare attenzione perché le biorarie nascondono un trabocchetto.

Quale trabocchetto? Quando conviene la bioraria? Per ottenere un risparmio rispetto alle tariffe monorarie è necessario concentrare i propri consumi almeno per il 67% nella fascia notturna/week end, che prevede un prezzo decisamente inferiore rispetto alla fascia di punta. Significa che bisogna utilizzare lavatrici, lavastoviglie, computer e televisore dopo le 19, per evitare di dover pagare molto di più che con le tariffe monorarie.

E quanto risparmio se consumo 4500 kWh/anno? Con il 67% dei consumi concentrati nella fascia notturna si paga esattamente come per la tariffa monoraria 1109 €. Mentre il risparmio è di 27 € se il consumo notturno raggiunge l’80%.



    Google E-mail this story to a friend! Print this article! TwitThis Facebook

5 commenti su “Tariffa bioraria in FAQ: qual è il risparmio?”

  1. E con la tariffa bioraria l’attuale differenziazione del costo del KWh in 4 scaglioni di consumo rimarrà?

  2. Si. io ho la bioraria con edison ed ho le fasce di consumo a scaglioni

  3. gia non abbiamo parlato del cambio contatore o presunto tale (aggiornamento sw per la bioraria ) in tal caso il costo e di 50 euro
    moltiplicato 31 milioni di utenze !!!!!!!!

  4. [...] consiglio anche la lettura di questo articolo riguardante alcuni quesiti sulla tariffa bioraria dove ci si chiede per [...]

  5. When some one searches for his vital thing, so he/she needs to be available that
    in detail, thus that thing is maintained over here.

Lascia un commento